Stavolta siamo con THE GOOD, THE BAD AND THE BLUES, band dell’Ohio specializzata in blues, gospel, soul e “appena un pizzico di funk, per ravvivare il sapore”, come rende noto il chitarrista Aayan Naim. L’album d’esordio porta lo stesso nome del gruppo, che a sua volta rivela una passione per i film di Sergio Leone a lungo condivisa tra la popolazione afroamericana. È stato registrato alla Toledo School for the Arts e consolida il giovane catalogo della Third Street Cigar Records di Waterville, un sobborgo sul fronte nordoccidentale dello stato. L’etichetta presieduta da John Henry, che caratterizza un blues sincero, generoso e poco inquinato dall’impatto con il mainstream, è la coraggiosa filiale di un lounge bar attivo in una catena di business controcorrente e apparentemente poco redditizi: il commercio di sigari e accessori per il fumo e la produzione e lo spaccio di dischi di blues.

Appuntamento come sempre fissato per le 21.00 di giovedì sera fino alle 22.30. A cura del grande Edoardo Fassio.

➜LA PAGINA DI CBradioflash.to/programmi/catfishblues