TTT - logo 068Si dice da sempre che il successo sia il prodotto di un imponderabile incrocio fra fortuna e talento. E la vicenda artistica ed umana di Michael McDonald, sembra in qualche modo voler confermare ancora una volta questo luogo comune.
Nato a Saint Louis, Missouri, nel 1952, il giovane cantante e pianista, seguendo il cammino di molti altri suoi coetanei, lascia la città natale per trasferirsi a soli diciott’anni a Los Angeles in cerca di fortuna nel music business. Nella capitale californiana si sottopone alla consueta gavetta, incominciando a farsi notare per via di quella sua peculiare voce dalle inflessioni black. Ma è solo  quattro anni dopo — e qui entra in gioco la componente fortuna — che avviene il suo incontro con gli Steely Dan i quali gli propongono di unirsi alla loro touring band, ed in un secondo tempo di entrare in studio per partecipare alla registrazione di quello che diventerà il loro celebre album “Katy Lied”. Da quel momento in poi la carriera di Michael McDonald è lanciata. Nel 1975 viene chiamato dai Doobie Brothers per sostituire il loro cantante, Tom Johnston, all’epoca malato, ma finisce per aggiudicarsi il posto del titolare, e la sua influenza è talmente forte che riesce a trasformare una già nota band di rock e western, in un potente combo orientato verso il soul ed il funk, come accadrà fino al primo scioglimento del gruppo, nel 1981.
L’anno successivo si inaugura la carriera solistica di McDonald, una carriera che prosegue fino ai nostri giorni e che vale alla sua musica l’etichetta di “blue-eyed soul”, soul dagli occhi azzurri, per distinguerlo dal soul classico dei cantanti afro-americani. E la voce calda e roca di McDonald è di fatto l’elemento che lo rende così unico e peculiare e che al tempo stesso scardina quel pregiudizio secondo il quale il soul sarebbe appannaggio delle sole voci nere.
Nel corso della sessantottesima puntata di The Tinseltown Tracks ascolteremo diversi momenti del suo lavoro con i Doobie Brothers, così come vari brani della sua produzione da solista ed alcune delle sue innumerevoli collaborazioni con altri artisti della scena AOR. L’appuntamento è per venerdì 5 maggio alle ore 21, con replica domenica 7 maggio alle ore 14, come ogni settimana in compagnia di Massimo Milano.

LA PAGINA DI TTTradioflash.to/programmi/thetinseltowntracks