copertina-terra-le-lucidi Giorgio Valletta “Terra è un disco etnico ma di un’etnia immaginaria (o per meglio dire ‘nuova’) che è quella italiana di adesso. Dove stanno assieme la musica balcanica e i tamburi africani, le melodie arabe e quelle popolari italiane, le distorsioni e i canti religiosi, storie di fughe e di ritorni”. Così Vasco Brondi descrive “Terra“, quarto album de Le Luci Della Centrale Elettrica dopo l’exploit del precedente “Costellazioni”.
Fra gli album più interessanti che escono in questi giorni, c’è il nuovo lavoro firmato Dirty Projectors, il primo realizzato da Dave Longstreth in prima persona, dopo l’abbandono della cantante Amber Coffman. C’è invece Dawn Williams ad affiancarlo nella straordinaria “Cool Your Heart“. Oppure “Digging A Tunnel“, disco di debutto per Sir Was, al secolo Joel Wästberg, svedese di Göteborg che mette a frutto il talento da collaudato polistrumentista e un’ispirazione che attinge a molteplici influenze, dall’r&b al jazz all’indie-pop di scuola Beck.
Clamoroso il ritorno sulle scene dei Ride, band di culto della musica britannica anni ’90 e del cosiddetto suono shoegaze: “Charm Assault” e “Home Is A Feeling” sono i primi due brani che interrompono un silenzio ventennale e fanno da preludio a un nuovo album che vedrà la luce quest’estate. Inoltre si aggiungono nella zona più calda della nostra rotazione altri brani dai recenti album di Ed Sheeran, Maggie Rogers, Rag’n'Bone Man, Samuel, The xx, un altro brano dei newyorkesi Cigarettes After Sex e la nuova anticipazione dall’imminente album dei Jamiroquai.
Sono 42 i nuovi ingressi nella nostra playlist: li potrete scoprire in questi giorni restando sintonizzati su Radio Flash 97.6!

Come sempre buon ascolto!

➜QUI LE ROTAZIONI COMPLETEradioflash.to/flashrotations