TTT - logo 060In un panorama musicale come quello dei primi anni Ottanta, dominato dalla presenza ingombrante dei Weather Report, che avevano occupato la scena per tutto il decennio precedente parallelamente al jazz-rock, impregnato di umori progressive, mescolati ad un sound sudato e muscoloso, si affacciano nel panorama della musica contaminata due realtà destinate a cambiarne il suono: gli Steps Ahead a New York e gli Yellowjackets — protagonisti della nostra puntata odierna — in California.
Nati in origine come gruppo spalla del chitarrista Robben Ford per la registrazione del suo primo album da solista nel 1979, le “giacche gialle” debuttano discograficamente per Warner nel 1981, mostrando sin dall’inizio l’intenzione di recuperare la dimensione più cantabile della melodia, parafrasando temi del folclore americano ed introducendo il jazz nell’architettura sostanzialmente semplice e accessibile della forma canzone, per poi esplorare al suo interno tutte le possibilità, gli sviluppi e le applicazioni della musica colta.
Artefice di questa interessantissima svolta, il pianista/tastierista Russell Ferrante, che insieme al bassista Jimmy Haslip fa degli Yellowjackets una sorta di laboratorio in continuo divenire, come testimoniano anche i frequenti cambi di formazione della band nel corso degli anni.
Nella loro estetica, aperta tanto al jazz quanto alla musica popolare ed ai poliritmi africani, è possibile cogliere un ottimismo di fondo che è un po’ lo specchio del carattere del loro leader. Ferrante, infatti, ama sviluppare temi che spesso suonano come inni, costruiti su pedali scanditi dai sequencer ed impregnati di blues e di gospel, dando vita ad una musica solare ed originale che nel tempo si vena di una sottile e agrodolce nostalgia.
Nel 1990 entra a far parte del gruppo il sassofonista newyorkese Bob Mintzer che diventa una sorta di contrappeso drammatico del gruppo, andando ad aggiungervi tutti quei chiaroscuri urbani tipici della musica della Big Apple, più inquieta e nervosa.
Noi andremo ad ascoltare questa peculiarissima sintesi di colori e di umori nella sessantesima puntata di The Tinseltown Tracks, in onda venerdì 24 febbraio alle ore 21, con replica domenica 26 febbraio alle ore 14, come ogni settimana in compagnia di Massimo Milano.

LA PAGINA DI TTTradioflash.to/programmi/thetinseltowntracks