the-xx-i-see-youIl trio londinese formato da Romy Madley Croft, Oliver Sim e Jamie Smith (meglio noto come Jamie xx) è ormai fra le realtà più apprezzate del pop indipendente contemporaneo. A quattro anni da ‘Coexist‘, uscirà il 13 gennaio 2017 il loro terzo album, ‘I See You‘, che promette di essere il più espansivo nel loro percorso finora. Ad anticiparlo, il nuovo singolo ‘On Hold‘, che fra l’altro utilizza un campione frammentato e ricostruito da ‘I Can’t Go for That (No Can Do)‘ di Hall & Oates.

Un altro ritorno particolarmente atteso è quello di A Tribe Called Quest: lo storico gruppo hip hop si è riformato a 18 anni dal più recente album, fornendo un’ennesima prova di inossidabile inventiva sonora. ‘We Got It From Here…Thank You 4 Your Service‘ è un disco che viene pubblicato a pochi mesi dalla prematura scomparsa di Phife Dawg, ma che attraversa le più svariate possibilità offerte dal linguaggio hip hop, fino a coinvolgere artistib come Jack White ed Elton John in ‘Solid Wall Of Sound‘, o a fornire un lucido manifesto politico dell’America anti-Trump nel primo singolo ‘We The People…‘.

Fra i 36 nuovi ingressi di questo nuovo aggiornamento, c’è il primo singolo dei Liv, cioè una sorta di “supergruppo” nato fra la Svezia e gli States, guidato dalla voce di Lykke Li e completato da Andrew Wyatt e Pontus Winnberg (dei Miike Snow), Björn Yttling (di Peter Bjorn and John) e dal produttore Jeff Bhasker. Lykke Li li ha descritti come “i figli illegittimi di Abba e Fleetwood Mac”, ma quel che è certo è che ‘Wings Of Love‘ è una canzone riuscita e affascinante.
Entrano in playlist anche ‘Don Medellin‘, inedito di Salmo per la riedizione del suo ‘Hellvisback‘; ‘Crave‘, cioè un altro brano di Pharrell per la colonna sonora del film Il diritto di contare (Hidden Figures); ‘Hate To See You Go‘, ennesimo standard blues reinterpretato dai Rolling Stones per l’imminente ‘Blue & Lonesome‘, nuovi estratti dai recenti album di Frank Ocean, Kings Of Leon ed An Harbor, e un classico come ‘100 Days, 100 Nights‘ in segno di ricordo per la sfortunata Sharon Jones, talentuosissima cantante soul scomparsa prematuramente pochi giorni fa.

Come sempre, nella rotazione di Radio Flash c’è spazio per vari stili musicali: il rock americano, dalle sfumature indie-emo dei redivivi American Football alla sua interpretazione più soft ad opera di John Mayer, oppure quello britannico, con band emergenti quali i Sundara Karma e gli Amazons, oltre ai Last Shadow Puppets alle prese con due cover (dai repertori del compianto Leonard Cohen e del rocker francese Jacques Dutronc) tratte dall’imminente EP ‘The Dream Synopsis‘.
E poi il suono elettronico, con le derive r&b di Sohn e Nick Murphy (vero nome di colui che si faceva chiamare Chet Faker), quelle da dancefloor dei Chemical Brothers e quelle più sperimentali e di attitudine punk dell’inglese Powell.
Ancora, il pop di classe di Maggie Rogers, quello dai sapori africani di Sinkane, l’r&b di John Legend, in un’inedita collaborazione con Chance The Rapper, il neo-soul della 19enne inglese Jorja Smith e l’hip hop di ispirazione trap dei due fratelli Rae Sremmurd, che con ‘Black Beatles‘ hanno creato un inaspettato hit “virale” e internazionale.
E ovviamente la musica italiana, con il nuovo singolo di Mezzala (cover di un classico di culto anni ’70 firmato Loy & Altomare) e due brani dal recentissimo album di debutto per Bea Zanin, ‘A Torino come va‘.

Infine, altri episodi tratti dai recenti lavori di Honeyblood, Wrongonyou, Catfish & The Bottlemen, Justice e Lorenzo Senni.

Come sempre buon ascolto!

➜QUI LE ROTAZIONI COMPLETEradioflash.to/flashrotations