TTT - logo 045Ci sono musicisti che pur essendo calati nello spirito e negli umori del proprio tempo, si stagliano come isole a sé, peculiari, originali e non riconducibili a cose già viste o sentite in precedenza.
Uno di questi è Bob James, pianista, compositore e arrangiatore protagonista della quarantacinquesima puntata di The Tinseltown Tracks. La sua traiettoria professionale inizia al principio degli Sessanta, come pianista jazz mainstream, già mostrando però alcune “anomalie” che lo distinguono dal resto dei suoi colleghi. Fra tutte un marcato senso di cantabilità nel suo modo di trattare la melodia, che si rivelerà in tutta la sua pienezza nei lavori realizzati nel decennio successivo. Negli anni Settanta, infatti, grazie anche ai consistenti budget offertigli dalle etichette per cui incide, Bob James realizza una sintesi unica fra vocabolario jazz, estetica pop dell’epoca e ricche orchestrazioni, spesso mutuate dalle sue frequentazioni del repertorio classico.
Si potrebbe affermare, con buona approssimazione, che Bob James sta al piano un po’ come Herb Alpert sta alla tromba, entrambi con quella punta di kitsch capace di provocare nostalgie e déjà-vu.
E proprio in virtù di questa sua peculiarità sonora, Bob James risulta essere anche uno degli artisti più campionati dai DJ di oggi.
L’appuntamento con la sua musica è per venerdì 21 ottobre alle ore 21, con replica domenica 23 ottobre alle ore 14, sempre in compagnia di Massimo Milano.

LA PAGINA DI TTTradioflash.to/programmi/thetinseltowntracks