TTT - logo 042Si suole far risalire al 1966 — anno in cui i Beatles pubblicano l’album “Revolver” — il momento in cui quasi dal nulla si apre una porta di comunicazione fra  Occidente e Oriente e le suggestioni sonore provenienti da quest’ultimo incominciano a penetrare nella nostra cultura musicale impregnandola progressivamente fino a diventarne una parte integrante.
E per pragmatica che possa sembrare, quella data, quel 5 di agosto del 1966, rappresenta per molti versi un effettivo spartiacque.
Prima c’erano stati, sì, altri episodi in cui i due mondi si erano sfiorati. Claude Debussy aveva scoperto e studiato il gamelang di Giava già a fine Ottocento, e nel 1950 John Cage aveva utilizzato il libro dell’”I Ching” per realizzare scelte compositive che trascendessero la propria volontà. Sempre negli anni Cinquanta, il fenomeno dell’exotica aveva portato nella comode case dei Westerners i profumi di ciò che era “altro” rispetto ai modelli Occidentali, e nel decennio successivo i lavori di Terry Riley avevano introdotto nell’avanguardia le atmosfere meditative ed estatiche delle musiche del Nord dell’India.
Ma è solamente con George Harrison, che tramite David Crosby entra in contatto con Ravi Shankar, che quella porta — di fatto sempre socchiusa — si apre per davvero, e grazie alla popolarità del quartetto di Liverpool permette che le suggestioni dell’Oriente invadano la cultura pop diffondendosi a macchia d’olio.
Da quel momento in poi un po’ tutti, da Miles Davis ai Doors, dagli Zeppelin a John McLaughlin, iniziano a sperimentare timbri e strutture provenienti dalle musiche asiatiche, dando vita ad un nuovo suono, più dilatato da un punto di vista temporale e basato su strutture iterative, che ancora oggi informa buona parte della musica che si produce in ambito pop ed elettronico.
Nella quarantaduesima puntata di The Tinseltown Tracks ascolteremo senza particolare rigore filologico alcuni suoni nati negli ultimi cinquant’anni da quel fertile incontro fra Oriente ed Occidente.
L’appuntamento è per venerdì 30 settembre alle ore 21, con replica domenica 2 ottobre alle ore 14, sempre in compagnia di Massimo Milano.

LA PAGINA DI TTTradioflash.to/programmi/thetinseltowntracks