GTestaGianmaria è morto oggi per le conseguenze di un tumore del quale aveva apertamente parlato circa un anno fa. Aveva 57 anni, era di Cavallermaggiore in provincia di Cuneo: molto amato in Francia, Testa aveva faticato ad imporsi nel nostro paese ma proprio il grande seguito d’oltralpe lo aveva fatto conoscere anche al grande pubblico italiano. Radio Flash lo ha sempre trasmesso e ascoltato con grande ammirazione e attenzione.

“…per mesi non ho detto niente perché avevo paura di rompere le scatole alla gente. Ho pudore a parlare di me. Non avevo mai messo in preventivo di diventare famoso. A parte suonare e cantare, non ho mai fatto niente per diventarlo. Ma devo prenderne atto: sono un personaggio pubblico. In molti si chiedono dove sono finito, perché non faccio più concerti. Su internet corrono le voci, si sa come è internet, dicono che sono morto, che ho avuto un ictus, che sono nascosto in una casa di cura. Sono anche affettuosi, capisco che mi cercano, che vogliono sapere di me. E alla fine mi sono reso conto che è meglio raccontare, è meglio spiegare. Ho un tumore, l’ho scoperto ai primi di gennaio. Non è operabile. Ho fatto cinque cicli di chemioterapia, il tumore si è molto ridotto. Ma i medici mi hanno detto che nei prossimi mesi devo annullare ogni altro impegno che non sia curarmi. Avere cura di me. Ed è quello che sto facendo”.