TTT - logo 013La tredicesima puntata di The Tinseltown Tracks sarà dedicata per intero ad una delle colonne portanti della musica degli ultimi cinquant’anni: Burt Bacharach.
Così com’è accaduto con i Beatles, le sue canzoni sono diventate parte del nostro immaginario collettivo grazie ad uno stile che non ha mai rincorso la moda, della quale è stato piuttosto un artefice, pur rimanendone sempre un po’ al di fuori, come una sorta di coscienza critica.
C’è nella musica di Bacharach una continua dialettica fra chiari e scuri, un gioco costante fra armonie maggiori e minori, che danno vita all’interno delle sue canzoni ad un senso di sospensione e di indefinitezza che sono anche la cifra dei sentimenti, di cui le sue song fungono da cronaca ed al tempo stesso metafora. Una sospensione ed un’indefinitezza rese ancor più marcate dall’imprevedibilità di certe sue soluzioni compositive, che fino all’ultimo non ci permettono di intuire in che modo le sue canzoni si svilupperanno, conferendo un senso di affascinante mistero all’atto dell’ascolto.
Visto il corpus piuttosto consistente della sua opera, abbiamo deciso di concentrarci sulle sue produzioni più recenti, ovvero su quei quattro dischi in studio realizzati fra il 1998 ed il 2011 in compagnia di Elvis Costello, Ronald Isley e Ronan Keating. Produzioni meno note al grande pubblico, che hanno avuto il merito di presentarci il compositore in una dimensione, se possibile, ancor più densa e articolata di quella che abbiamo conosciuto fra gli anni Sessanta e Settanta.
Quattro album in cui l’artista, quasi novantenne, attraverso una lunga riflessione sull’esistenza, ha voluto riaffermare il proprio mondo di valori e di bellezza, al netto dei dolori e delle delusioni che la vita gli ha portato. Il tutto rielaborato in un coraggioso e titanico manifesto di “resistenza romantica” contrapposto al cinismo dilagante dei nostri giorni.
L’appuntamento con Burt Bacharach e la sua musica è per venerdì 12 febbraio alle ore 21 (con replica domenica 14 febbraio alle 14), come sempre insieme a Massimo Milano.

LA PAGINA DI TTTradioflash.to/programmi/thetinseltowntracks