beyoncedi Giorgio Valletta Proprio così, Beyoncé è fra i protagonisti dei 45 nuovi ingressi nella nostra playlist. “Formation“, la nuova canzone svelata nel weekend che l’ha vista protagonista dello show nell’intervallo del Super Bowl, si avvale della produzione futuristica di Mike WiLL Made-It ed è accompagnata da un videoclip che ne sottolinea i forti riferimenti politici, dallo scenario della New Orleans post-Katrina alla bruciante questione della brutalità poliziesca associata al razzismo: un brillante quanto inconsueto esempio di attivismo pop. La superstar texana è anche ospite di “Hymn For The Weekend“, nuovo estratto dall’ultimo album dei Coldplay “A Head Full Of Dreams“.
Ben Harper torna in scena con la sua band, gli Innocent Criminals con cui pubblicherà l’8 aprile “Call It What It Is“, ora anticipato dalla blueseggiante “Pink Balloon“. Sono fedeli al loro stile elettronico e malinconico i Moderat, “supergruppo” della scena elettronica berlinese (ne fanno parte Apparat e i due Modeselektor) con un terzo album in dirittura d’arrivo, ed è stravagante la scelta pop-wave anni ’80 dei Primal Scream, accompagnati dalla talentuosa Sky Ferreira in “Where The Light Gets In“, prima anticipazione da “Chaosmosis” che arriverà il 18 marzo.
Quest’ultima è stata legata sentimentalmente a Zachary Cole Smith, carismatico leader dei newyorkesi DIIV che con il nuovo “Is The Is Are” sembrano aver firmato un altro capolavoro indie-rock, ricco di influenze kraut e shoegaze. Entrano nella zona alta delle nostre rotazioni anche il secondo singolo che anticipa l’album di Iggy Pop in collaborazione con Josh Homme, il brano che vede Tricky affiancare i vecchi compagni d’avventura Massive Attack nel loro nuovo EP e altri estratti dai recenti lavori di Anderson.Paak, Elle King e Marlene Kuntz.
Numerose le novità da artisti importanti e affermati: Vinicio Capossela introduce il primo episodio dal futuro doppio album “Canzoni della Cupa“, un’opera in cui l’artista esplora quel territorio giacimento di culture, racconti e canti che hanno ispirato il suo ultimo romanzo, Il Paese dei Coppoloni. Ben Watt, meglio noto per esser stato metà degli Everything But The Girl, si cimenta con il folk-rock nell’imminente disco solista “Fever Dream“, mentre Elton John riscopre le proprie radici rock’n'roll nel nuovo “Wonderful Crazy Night“, realizzato con la produzione dell’altrettanto esperto T-Bone Burnett. C’è posto anche per Rihanna, non soltanto per l’efficace singolo con Drake ma anche per un episodio come “Higher“, di sapore soul vintage, e per la veterana Lucinda Williams, il cui recente dodicesimo album “The Ghosts Of Highway 20” non ha deluso le aspettative degli appassionati del suono “americana”.
E altrettanto numerose sono le new entry relative ad artisti nuovi o emergenti: su un versante più pop c’è Dua Lipa, 20enne londinese di origine kosovara, oppure i Louis The Child, duo di Chicago dall’ampia visione stilistica. E’ più orientato al rock invece il suono degli inglesi Blossoms e dei newyorkesi Woods, eterni outsiders della scena indipendente americana ma che sembrano in grado di conquistare maggiori attenzioni con il nuovo album “City Sun Eater in the River of Light”. Il “caso del momento” in Gran Bretagna è invece quello di Isaac Gracie, 21enne londinese che ha pubblicato su Soundcloud una canzone dalla bellezza straordinaria sebbene registrata in “bassa fedeltà”: in sette mesi “Last Words” ha raccolto quasi 100mila ascolti e pare che non si fermerà presto.
Giorgie D’Eraclea è la cantautrice valtellinese a capo dei Giorgieness, il cui album uscirà in primavera, mentre è già in circolazione “La macchina del tempo“, nuovo disco dei valodostani L’Orage, come anche “Prince Tortuggi“, ultimo EP del “torinese a Berlino” Matteo Tambussi, di cui “Atlantis” è uno fra gli episodi più intensi.
Curioso il nuovo progetto dei Soulwax, che adottano le identità di diverse fittizie band per la colonna sonora del film Belgica, mentre il produttore elettronico francese Mr. Oizo è affiancato dalla voce pop di Charli XCX nel suo nuovo singolo, e trovano spazio in playlist anche il ritorno dei neo-psichedelici The Coral, l’ultimo singolo dei Cage The Elephant (qui prodotti da Dan Auberbach dei Black Keys), l’art-rock degli inglesi Field Music e il rock “d’autore” del francese Rover, in questi giorni impegnato in un tour italiano.
Infine, si aggiungono alla rotazione nuove anticipazioni dagli imminenti album di Charles Bradley, Basia Bulat, Flume e Santigold, e altri brani dai più recenti lavori di Jamie xx, Mystery Jets, Tricky, Salmo (con Victor degli LN Ripley e Travis Barker, batterista dei Blink-182) Levante, Max Gazzè, Materianera e dall’album-tributo a George Harrison intitolato ‘George Fest‘.

Come sempre buon ascolto!

➜QUI LE ROTAZIONI COMPLETE: radioflash.to/flashrotations