kantnerPuntata divisa in due. Uno speciale sarà dedicato a Paul Kantner: continua la lista di scomparse eccellenti di questo gennaio 2016 nel mondo della musica. “L’astronave ha perduto il suo pilota…”, ha detto qualcuno in questi giorni: la scomparsa di Paul Kantner priva effettivamente i Jefferson Starship, band in costante attività, del suo animatore primo. Intellettuale, musicista, uomo di passioni politiche mai sopite, Kantner ben rappresentava l’immaginario collettivo di una generazione che aveva identificato nella famiglia allargata dei musicisti californiani quella che meglio rappresentava le proprie idee ed aspettative. L’altro speciale sarà dedicato invece alla figura di Slim Harpo, uno di quei bluesmen inconsueti che negli anni ’60 colpirono i musicisti bianchi, americani ed europei, con i loro ritmi e per alcune loro particolarità stilistiche o ritmiche. E quindi accanto ai nomi di John Lee Hooker, Bo Diddley, Jimmy Reed, ecco spuntare quello di Slim Harpo, le cui canzoni vennero abbondantemente interpretate dagli allora giovani Mick Jagger, Eric Clapton, Pete Townshend o Van Morrison, solo per citarne alcuni. Slim Harpo scomparve improvvisamente a soli 46 anni il 31 gennaio del 1970. E poi rubriche come di consueto a condire, ad esempio in Happy Birthday Rock avremo un compleanno molto importante, irriverente e graffiante: quale? Dario Lombardo vi aspetta dalle 10.00 di domenica 31 gennaio!

➜LA PAGINA DI REWINDradioflash.to/programmi/rewind