MacDemarcodi Giorgio Valletta All’anagrafe Vernor Winfield Macbriare Smith IV, il 25enne canadese meglio noto con il nome di Mac DeMarco è uno dei personaggi più anomali della scena indipendente internazionale. Non si tratta solo delle imprevedibili performance dal vivo (che peraltro spesso “fanno notizia”): il suo rock, che qualcuno con una certa fantasia ha definito “blue wave”, è dichiaratamente ispirato da artisti non convenzionali come Shuggie Otis, gli Steely Dan e Jonathan Richman. Dopo i positivi riscontri di ‘2‘ e ‘Salad Days‘, il 7 agosto esce un mini-album intitolato ‘Another Days‘, che viene ora anticipato da una deliziosa canzone che riassume le peculiarità del suo stile, ‘The Way You’d Love Her‘.
E’ uno dei ventotto nuovi ingressi nella nostra rotazione, in cui spicca un secondo estratto da ‘Delone‘, l’affascinante terzo album dei Sacri Cuori, la nuova collaborazione dei Chemical Brothers con Q-Tip (a dieci anni da ‘Galvanize‘) e altri brani dai recenti album di Levante, Courtney Barnett, Mark Ronson, Zibba e Almalibre.
Continua il momento di grazia per l’r&b e hip hop d’Oltreoceano: il newyorkese A$AP Rocky annuncia il secondo album ‘At.Long.Last.A$AP‘ con un singolo ad effetto. ‘Everyday‘ campiona un brano oscuro dal Rod Stewart di qualche decennio fa (annata 1970: ‘In A Broken Dream’ dei Python Lee Jackson, in cui era ospite non accreditato!) e annovera i contributi del produttore Mark Ronson e di Miguel. Quest’ultimo continua a consolidare il suo status di protagonista del neo-soul con una versione aggiornata della sua recente ‘Coffee‘.
Fra i nomi nuovi in playlist, la cantautrice di Nashville che si fa chiamare Torres -che nel secondo album ‘Sprinter‘ è affiancata da Adrian Utley (chitarrista dei Portishead) e dal produttore Rob Ellis (vedi PJ Harvey)-, il quartetto indie-rock londinese The Bohicas, l’eccentrico La Priest (già a capo dei sottovalutati Late Of The Pier) e Matilde Davoli, debuttante in proprio dopo i trascorsi nel progetto Studiodavoli.
Tornano a farsi vivi alcuni protagonisti dell’elettronica anni ’90: il francese St Germain annuncia il suo primo album in quindici anni attraverso il riuscitissimo mix fra deep house e musica africana di ‘Real Blues‘, mentre la sigla Leftfield (ora il solo Neil Barnes, dopo l’abbandono di Paul Daley) riemerge con l’album ‘Alternative Light Source’ in giugno, ora anticipato da un singolo che ospita la voce di Channy Leaneagh dei Poliça.
E’ invece in ascesa il percorso di Hudson Mohawke: il produttore scozzese, reduce dalle collaborazioni con Kanye West e dal progetto TNGHT, è attualmente al lavoro con Antony Hegarty, che sarà fra le voci ospiti in ‘Lantern‘, l’album che esce il 16 giugno.
A completare il quadro delle “new entries”, altre anticipazioni dagli album in uscita per Appino (‘Grande raccordo animale‘ è in arrivo la prossima settimana) e Wolf Alice, il debutto in proprio per Dan Solo (già in Marlene Kuntz e Petrol) e altri estratti dai recenti lavori di Dimartino, Rachele Bastreghi, Sufjan Stevens, Toro y Moi, Alt-J e Young Fathers.

Come sempre buon ascolto!

➜QUI LE ROTAZIONI COMPLETEradioflash.to/flashrotations